nome analisi:
Alfa-1-antitripsina (S)
metodo:
turbidimetrico
codice nazionale:
90054
digiuno:
NO
prelievo:
Sangue: 5 mL Siero: 100 μl
contenitore:
Provetta: TR tappo rosso
stabilità:
a 2-8°C: 3 gg
a -20°C: 1 mese
unità di misura:
mg/dL
valori di riferimento:
78 – 225
tempi per refertazione:
48h
note:
descrizione:

L'alfa-1-antitripsina è una glicoproteina sintentizzata nel fegato che  nel tracciato elettroforetico migra nella regione alfa-1 ed insieme ad altre alfa-globuline costituisce il gruppo delle proteine della fase acuta, proteine che aumentano rapidamente e in maniera aspecifica in risposta a un qualsiasi stimolo infiammatorio, infettivo e di necrosi cellulare. Costituisce il principale sistema inibitore delle proteasi sieriche, leucocitarie e macrofagiche unitamente all'antitrombina III, all'antichimotripsina.
L'alfa-1-AT è utilizzata nella diagnosi e monitoraggio di stati infiammatori e valori aumentati possono essere dovuti a gravidanza, terapia con contraccetivi orali, malattie infiammatorie (artrite reumatoide, infezioni batteriche, vasculiti), necrosi (infarto del miocardio), neoplasie (carcinomi metastatizzati, morbo di Hodgkin). Il suo aumento è in genere accompagnato da quelli dell'alfa-1-glicoproteina, proteina C reattiva, fibrinogeno, VES, leucociti e piastrine. 
Valori diminuiti sono generalmente determinati da defici genetico, enfisema polmonare , epatopatie infantili, cirrosi epatica giovanile, ustioni estese, pancreatite acuta, enteropatia proteino-disperdente e sindrome nefrosica.