nome analisi:
Anticorpi Anti-Mieloperossidasi [MPO]
metodo:
EIA
codice nazionale:
NC
digiuno:
Almeno 6h
prelievo:
Sangue: 5 mL Siero: 500 μl
contenitore:
Provetta: TR tappo rosso
stabilità:
a 2-8°C: 7 gg
a -20°C: 3 mesi
unità di misura:
U/L
valori di riferimento:
Fino a 18.0
tempi per refertazione:
4 gg
note:
descrizione:

Gli anticorpi anti-MPO appartengono al gruppo degli anticorpi citoplasmatici anti-neutrofili (ANCA) diretti verso componenti citoplasmatici dei granulociti e monociti neutrofili. La tecnica dell'immunofluorescenza indiretta sui neutrofili fissati con etanolo, è stato il metodo comunemente usato per la determinazione degli ANCA.
Successivamente si è visto che alcuni ANCA danno un quadro fluorescente citoplasmatico (c-ANCA) mentre altri un quadro perinucleare (p-ANCA).
Mentre la proteinasi 3 è l'antigene principale specifico per il c-ANCA, l'antigene principale per il p-ANCA è  l'MPO.Tuttavia  altri componenti cellulari ( e.g. lactoferina, catepsina G, elastasi) possono causare una colorazione perinucleare. L'MPO è un enzima contenuto nei granuli  dei neutrofili, ed è responsabile quindi del quadro di colorazione perinucleare dato dagli  anticorpi anti-MPO nel siero di pazienti  quando si usano neutrofili fissati in etanolo.

Gli ANCA sono dei marker importanti nella diagnosi differenziale delle vasculiti autoimmuni. Gli autoanticorpi anti-MPO sono correlati con la vasculite idiopatica associata alla glomerulonefrite  necrotizzante e si trovano frequentemente nel 70% dei pazienti con poliangite microscopica e nel 5-50% dei pazienti con la sindrome di Churg-Strauss.