nome analisi:
Aldolasi (S)
metodo:
Cinetico UV
codice nazionale:
90052
digiuno:
Almeno 8h - Inoltre è consigliabile evitare sforzi fisici eccessivi nel giorno precedente l'esame
prelievo:
Sangue: 5mL
contenitore:
Provetta: TR tappo rosso
stabilità:
a 2-8°C: 3 gg
a -20°C: 3 mesi
unità di misura:
U.I./L
valori di riferimento:
Fino a 3.1
tempi per refertazione:
In giornata
note:
L’aldolasi è  un enzima  presente nei muscoli scheletrici, nel fegato, nel miocardio, nel cervello.

E' utile nella valtazione del danno muscolare nelle miopatie insieme con LDH e CK.

descrizione:

Enzima della glicolisi contenuto nei muscoli scheletrici, nel fegato, nel miocardio e nel cervello e soprattutto nelle cellule neoplastiche. Per questo motivo viene utilizzato nella clinica delle distrofie muscolari, infarti, pancreatite acuta, polimiositi, epatopatie, tumori e leucemie. In particolare tuttavia, è maggiormente utilizzato come indicatore di miopatie data la sua elevata concentrazione nel muscolo. Ancora più indicativo è il dosaggio dell’aldolasi in quelle miopatie infiammatorie, dove la sua concentrazione riflette bene il grado di gravità della patologia.

Valori di Aldolasi aumentati si riscontrano nei casi di distrofie muscolari, infarto del miocardio, lesioni traumatiche a muscoli-scheletrici, leucosi, epatiti, anemia megaloblastica, anemie emolitiche, dermatomiositi, neoplasie.
Valori più bassi di Aldolasi si possono riscontrare nei casi di intolleranza al fruttosio.