nome analisi:
Anticorpi anti Parvovirus B19 IgM (S)
metodo:
EIA
codice nazionale:
91254
digiuno:
Almeno 6h
prelievo:
Sangue: 5 mL Siero: 200 μl
contenitore:
Provetta: TR tappo rosso
stabilità:
a 2-8°C: 7 gg
a -20°C: 3 mesi
unità di misura:
valori di riferimento:
Assenti
La presenza di IgM indica infezione acuta o recente.
Valore soglia 20 U/L
tempi per refertazione:
24h
note:
descrizione:

Il Parvovirus B19 è stato scoperto in Inghilterra nel 1975 in campioni di siero di donatori sani. Dalla data della scoperta è stato dimostrato che il Parvovirus B19 è causa dell’Eritema Infettivo, noto come Quinta Malattia, e delle cosidette Crisi Aplastiche Transitorie in pazienti con anemia emolitica cronica. 
Il Parvovirus è stato anche associato a morte fetale, atralgie acute e artriti
nonché anemia cronica in pazienti immunodeficienti.
Le indagini siero-epidemiologiche hanno evidenziato che l'infezione da Parvovirus umano B19 è estremamente diffusa, circa il 60 - 70% della popolazione adulta presenta anticorpi specifici.
In generale l’ infezione decorre in modo asintomatico o manifestandosi come una malattia di tipo influenzale.
I virus è l'agente eziologico  dell 'eritema infettivo degli adolescenti e bambini che si manifesta generalmente in primavera.
In pazienti con vari tipi di anemia emolitica o con immunodeficienza, puo' provocare artropatie post-infettive, crisi aplastiche, anemia cronica.
La diagnosi sierologica si basa sul a presenza di anticorpi IgM ed IgG specifici.