nome analisi:
Zinco (S)
metodo:
Colorimetrico
codice nazionale:
90454
digiuno:
Almeno 6h
prelievo:
Sangue: 5 mL Siero: 500 µl
contenitore:
Provetta:TR tappo rosso
stabilità:
a 2-8°C: 6 gg
a -20°C: 6 mesi
unità di misura:
µg/dL
valori di riferimento:
68 - 107
tempi per refertazione:
24 h
note:
descrizione:

Lo zinco è un minerale presente nell'organismo in quantità superiori a qualsiasi altro oligoelemento con l'eccezione del ferro.
Questo minerale, dotato di spiccate proprietà antiossidanti, è necessario per il corretto assorbimento e per la funzionalità di diverse vitamine, in particolare quelle del gruppo B, entra nella costituzione di numerosi enzimi implicati nei processi digestivi e metabolici oltre che negli enzimi deputati all'eliminazione dell'alcool, è un componente dell'insulina e svolge un ruolo importante nel metabolismo dei carboidrati, del fosforo e nella sintesi degli acidi nucleici.
In generale lo zinco risulta indispensabile per la crescita generale e per il corretto sviluppo degli organi dell'apparato riproduttivo e per la funzionalità prostatica.
Lo zinco è un minerale relativamente non tossico, anche se elevati livelli ematici possono interferire con il metabolismo del rame e del ferro a livello epatico e possono determinare alterazioni dei livelli ematici di colesterolo e lipoproteine, degenerazioni a livello del muscolo cardiaco e del rene con insufficienza renale e sterilità.
Effetti della carenza di zinco, causati  da una dieta squilibrata, determinano stanchezza ed affaticabilità, maggiore predisposizione alle infezioni per immunodepressione, rallentamento delle attività mentali ed in età pediatrica ritardo nella crescita e nella maturazione sessuale. Si possono osservare inoltre alterazioni nella coordinazione muscolare, anoressia, lesioni dermatologiche e sterilità.