nome analisi:
Urato (S)
metodo:
Enzimatico
codice nazionale:
90435
digiuno:
Almeno 6h
prelievo:
Sangue: 5 mL Siero: 200 µl
contenitore:
Provetta: TR tappo rosso
stabilità:
a 2-8°C: 4 gg
a -20°C: 4 mesi
unità di misura:
mg/dL
valori di riferimento:
Fino a 6.0
tempi per refertazione:
In giornata
note:
descrizione:

L'acido urico è il prodotto terminale del catabolismo dei nucleotidi purinici e cioè l'acido adenilico (AMP) e l'acido guanilico (GMP). I nucleotidi sono le unità fondamentali degli acidi nucleici (DNA e RNA) ma svolgono, anche in forma libera, un ruolo importante nel nostro metabolismo. L'acido urico è poco solubile in acqua e un aumento della sua concentrazione  può portare alla  precipitazione nei tessuti articolari (tofi gottosi) o nelle vie urinarie (calcoli renali). L'aumento della concentrazione di acido urico nel sangue deriva da uno squilibrio tra  produzione ed  eliminazione (2/3 con le urine ed 1/3 con la bile). Un aumento della produzione può essere dovuto ad una ipergenerazione endogena da aumentato catabolismo o ad una dieta particolarmente ricca di acidi nucleici (carne, specialmente fegato, reni), mentre una diminuzione della sua eliminazione è dovuta ad alterata funzionalità renale.
Un aumento dell'acido urico sierico può essere dovuto a gotta , insufficienza renale, leucemia, mieloma multiplo, policitemia,  rene policistico, sindrome di Lesch-Nyhan ,psoriasi; un aumento dell'escrezione giornaliera di acido urico può essere dovuto a leucemia,morbo di Wilson, gotta.
Una diminuzione dell'acido urico sierico può essere dovuta a malattia di Wilson, epatite virale, diete povere di purine