nome analisi:
PTH Intatto (P)
metodo:
EIA (Diasorin Liaison)
codice nazionale:
90355
digiuno:
Almeno 6h
prelievo:
Sangue: 3 mL
contenitore:
Provetta: TR tappo rosso
stabilità:
a 2-8°C: 6 h
a -20°C: 1mese
unità di misura:
ng/L
valori di riferimento:
6.5 – 36.8
tempi per refertazione:
24 h
note:

Il prelievo va eseguito in Laboratorio.

Se ciò è impossibile, la provetta va posta in ghiaccio e recapitata al massimo entro 1 h.

descrizione:

L'ormone paratiroideo (PTH) è un polipeptide prodotto dalle paratiroidi (situate ai lati della tiroide); la sua funzione principale è la regolazione e il mantenimento di concentrazioni ottimali degli ioni calcio.
Il PTH innalza i livelli di calcio ionizzato attraverso un'azione diretta sulle ossa e sui reni: aumenta il  flusso di calcio ionizzato dalle ossa al fluido extracellulare e aumenta a livello renale sia il riassorbimento del calcio sia la escrezione del fosfato.
La regolazione a lungo termine del calcio in tutto l'organismo avviene attraverso la stimolazione del metabolismo della vitamina D, che provoca un aumento dell'assorbimento del calcio ionizzato da parte dell'intestino. In condizioni normali, il PTH viene secreto in risposta ai livelli di ioni calcio circolanti: qualsiasi diminuzione al di sotto dei livelli normali provoca incremento nella secrezione di PTH. Il ritorno degli ioni calcio al livelli normali  esercita un meccanismo di controllo negativo, inibendo la secrezione del PTH da parte delle paratiroidi.
L'iperproduzione di PTH porta a iperparatiroidismo che può essere primario o secondario. Nel primo caso (di solito dovuto ad un tumore che induce secrezione di PTH senza meccanismo di controllo negativo), si ha aumento del PTH, aumento del calcio (ipercalcemia) e diminuzione del livello del fosforo (ipofosfatemia).
L'ipercalcemia provoca calcoli renali,depositi di calcio negli organi e decalcificazione ossea.

L'iperparatiroidismo secondario, di solito conseguente a insufficienza renale,comporta aumento del PTH, diminuzione del calcio (ipocalcemia) e aumento del fosforo (iperfosfatemia) che non viene escreto in modo efficiente a livello renale. L'ipoproduzione di PTH ( che può essere dovuta, per esempio, a cause autoimmuni, a rimozione delle paratiroidi, etc) comporta bassi livelli di calcio e alti livelli di fosforo.