nome analisi:
LDL-colesterolo (Enz.diretto) (S)
metodo:
Enzimatico diretto
codice nazionale:
90142
digiuno:
Almeno 12h
prelievo:
Sangue: 5 mL Siero: 200 µl
contenitore:
Provetta: TR tappo rosso
stabilità:
a 2-8°C: 2 gg
a -20°C: 2 mesi
unità di misura:
mg/dL
valori di riferimento:
Desiderabile fino a: 115
tempi per refertazione:
In giornata
note:
descrizione:

Il colesterolo alimentare giunge al fegato, da dove passa  nel sangue sotto forma di lipoproteine con elevato contenuto di lipidi (VLDL, very low density lipoproteins). Le VLDL vengono rimaneggiate in circolo, cedono parte dei lipidi e diventano LDL.
Le LDL, come tali o dopo essere state alterate per processi ossidativi, possono depositarsi nella parete dei vasi sanguigni ed essere inglobate dai macrofagi   se la parete del vaso è danneggiata. Un iniziale danno dell'endotelio ( il rivestimento dei vasi sanguigni a contatto con il sangue circolante), a cui fa seguito il richiamo dii macrofagi , piastrine e leucociti,  promuove lo sviluppo e la perpetuazione di uno stato infiammatorio locale a cui si associa l'accumulo di lipidi ( veicolati dalle LDL), con  formazione di placche aterosclerotiche delle grandi e medie arterie.

insieme con il Colesterolo totale è il principale indicatore di aumentato rischio cardiovascolare.