nome analisi:
LH (S)
metodo:
EIA
codice nazionale:
90323
digiuno:
Almeno 6h
prelievo:
Sangue: 5 mL Siero: 200 µl
contenitore:
Provetta: TB tappo bianco
stabilità:
a 2-8°C: 24 h
a -20°C: 2 mesi
unità di misura:
UI/L
valori di riferimento:
fase follic.: 2,0 - 20,0
metà ciclo: 25,0 - 120,0
fase lutein.: 2,0 - 25,0
menopausa: 30,0 - 150,0
uomini: 0.5 - 10.0
bambini: 0.1 - 2.5
tempi per refertazione:
note:
descrizione:

L'LH (ormone luteotropo) è una glicoproteina costituita da due subunità,  alfa e  beta. La catena beta conferisce la specificita' immunologica all'ormone anche se esiste una similarita' strutturale con la catena beta della gonadotropina corionica  Viene prodotto dalle cellule basofile del lobo anteriore dell'ipofisi, sotto il controllo pulsatile dell'ormone ipotalamico GNRH. L'attività delle ghiandole ipotalamica ed ipofisaria è regolata a sua volta, dal livello degli ormoni gonadici circolanti. Durante il ciclo mestruale l'LH presenta una caratteristico andamento ciclico con un aumento dei livelli al momento dell'ovulazione. Nell'uomo agisce come stimolo per la spermatogenesi e la produzione di testosterone. Nell'uomo livelli alti di FSH sono dovuti a ipogonadismo primitivo con cariotipo normale (da castrazione, orchite,  irradiazione, agenesia testicolare, aplasia germinale) e con cariotipo anormale (sindrome di Klinefelter, sindrome di Turner maschile). I valori di LH sono bassi nell'ipogonadismo ipotalamo-ipofisario.
Nella donna e' aumentato per insufficienza ovarica primitiva congenita (sindrome di Turner, sindrome di Morris) e acquisita (cisti, malattia policistica, neoplasie, irradiazione). E' diminuito nell'insufficienza ovarica secondaria a malattie ipofisarie, alterazioni neuroipotalamiche e malattie sistemiche.
L'LH viene comunemente usato nel monitoraggio della stimolazione ovarica, nella terapia della sterilità, infertilità, nella fivet, e nell'inseminazione artificiale.