nome analisi:
FT3 (S)
metodo:
Chemioluminescenza
codice nazionale:
90433
digiuno:
Almeno 6h
prelievo:
Sangue: 5 mL Siero: 100 µl
contenitore:
Provetta: TR tappo rosso
stabilità:
3 gg a: 2-8°C
3 mesi: -20°C
unità di misura:
pmol/L
valori di riferimento:
adulti: 2.9 – 7.5
bambini: 3.0 - 8.6
tempi per refertazione:
In giornata
note:
descrizione:

Il dosaggio della frazione libera degli ormoni tiroidei viene eseguito per diagnosticare  patologie a carico della tiroide. Le concentrazioni sieriche del T3 (3,5,3' triiodotironina) rappresentano circa l'1,5% della concentrazione della tiroxina (T4).
Il T3, come il T4, circola nel siero legato alla globulina legante la tiroxina  (TBG)  che subisce   notevoli variazioni sia per cause fisiopatologiche che  iatrogene. Si ha un aumento fisiologico della TBG  in gravidanza e nel periodo neonatale, un aumento  patologico nella cirrosi biliare primitiva e nelle epatiti acute croniche e congenite,  un aumento iatrogeno per uso di  contraccettivi orali, estrogeni, tamoxifene e clofibrato. Si ha diminuzione patologica nella grave insufficienza epatica, nella sindrome nefrosica e congenita, iatrogena da androgeni, glucocorticoidi e steroidi anabolizzanti. Inoltre vi sono farmaci (eparina , furosemide, salicilati, antinfiammatori non steroidei, anticoagulanti orali, barbiturici) che inibiscono il legame con le proteine di trasporto. Soltanto la T4 e la T3 libere sono disponibili per i tessuti periferici per l'azione ormonale. Il T3 libero (FT3) gioca un ruolo importante nel mantenere lo stato eutiroideo. Il suo dosaggio viene raccomandato nei casi di sospetto ipertiroidismo, di tireotossicosi da T3, nel corso di terapia soppressiva con L-tiroxina . Nell'ipotiroidismo, la concentrazione di FT3 è bassa. Numerose situazioni fisiologiche quali età avanzata, digiuno, malnutrizione,  o malattie sistemiche, , possono alterare la funzionalità tiroidea, in quanto riducono la conversione periferica della T4 in T3.  Le caratteristiche cliniche  sono  sfumate: si riscontra una riduzione della FT3 ,  una FT4  normale  e livelli sierici di TSH variabili. Tale condizione è denominata LowT3 Syndrome.