nome analisi:
Estriolo Libero (S)
metodo:
Chemioluminescenza
codice nazionale:
90194
digiuno:
Almeno 6h
prelievo:
Sangue: 5 mL Siero: 200 μl
contenitore:
Provetta: TR tappo rosso
stabilità:
a 2-8°C: 3 gg
a -20°C: 3 mesi
unità di misura:
ng/mL
valori di riferimento:
15 settim. 0.64 - 1.96
16 settim. 0.74 - 2.26
17 settim. 0.83 - 2.56
18 settim. 1.05 - 3.25
19 settim. 1.22 - 3.77
20 settim. 1.45 - 4.49
tempi per refertazione:
48h
note:
descrizione:

L'estriolo è un ormone sessuale femminile prodotto dalla placenta. I suoi livelli nelle urine e nel sangue, pertanto, possono essere usati per valutare lo stato di benessere del feto. E' presente nell'urina delle donne gravide ed  aumenta costantemente col progredire della gravidanza. L'estriolo libero fa anche parte del  tri test e del test quadruplo,  procedure di laboratorio basate sulla determinazione delle concentrazioni nel sangue di  3 o 4  sostanze: 1) l'alfafetoproteina (AFP) che, prodotta dal feto, passa nel circolo sanguigno della madre attraverso la placenta; 2) la frazione libera della gonadotropina corionica prodotta dalla placenta (free-bHCG); 3) l'estriolo libero (UE3); 4) l'inibina, un ormone che partecipa, con modalità a tutt'oggi non completamente definita, alla regolazione del ciclo mestruale. Quest tests  forniscono una valutazione del rischio di possibili anomalie cromosomiche del feto piu' accurate rispetto a quelle che ci si attende statisticamente in base alla sola eta' materna. Se si trovano valori bassi di AFP e di free-bHCG associati a valori molto alti di UE3 vi e' un rischio aumentato  di sindrome di Down  e può essere opportuno eseguire  ricerche genetiche  . Se, invece, si trovano  valori di AFP, di free-bHCG e di UE3 inferiori almeno alla metà di quelli normali, il feto potrebbe essere portatore della sindrome di Edwards ( trisomia  del cromosoma 18)